Cara Pfizer, lascia stare i bambini

A fine ottobre la Pfizer ha ottenuto dall’FDA l’autorizzazione in via emergenziale per la somministrazione di vaccino del vaccino pediatrico Pfizer- BioNTech nei bambini piccoli.

Mentre in Italia si spinge per procedere alla vaccinazione dei più piccoli, le voci scientifiche in tutto il mondo si alzano mostrando dubbi fondati sull’opportunità di questa scelta e sui rischi che si prospettano per i bambini a causa dell’inoculazione.

I dati emersi evidenziano come il tasso di mortalità per i piccoli è decisamente poco rilevante, mentre sono elevati i rischi di effetti collaterali.

Il tasso di mortalità tra i più piccoli

In effetti, è dimostrato come il tasso di mortalità per infezione (IFR) è approssimativamente simile (o probabilmente inferiore una volta raccolti tutti i dati sull’infezione) all’influenza stagionale.

John P.A. Ioannidis di Stanford ha identificato 36 studi (43 stime) insieme ad altre 7 stime nazionali preliminari (50 dati) e ha concluso che tra le persone di età < 70 anni in tutto il mondo, i tassi di mortalità per infezione variavano dallo 0,00% allo 0,57% con una mediana dello 0,05% nelle diverse località globali (con una mediana corretta dello 0,04%).

La sopravvivenza per i minori di 70 anni è del 99,5% (aggiornamento Ioannidis). Inoltre, con particolare attenzione ai bambini, “L’IFR stimato è vicino allo zero per bambini e giovani adulti”. I dati globali sono inequivocabili che “le morti per Covid sono incredibilmente rare”nei bambini.

Leggi tutto “Cara Pfizer, lascia stare i bambini”

Gli USA mettono in dubbio la campagna dei richiami dei vaccini? Cosa si cela dietro le dimissioni dei funzionari FDA

In dubbio ufficialmente la campagna dei richiami del vaccino covid19?

Proprio qualche giorno fa, pubblicammo un articolo a firma Giovanna G, “il giro delle poltrone redditizie” che esaminava le correlazioni tra i suoi più importanti funzionari e big pharma.

Cosa nascondono le dimissioni dei funzionari FDA?

A distanza di poco più di una settimana, emerge che gli stessi due massimi funzionari dimissionari della FDA responsabili della ricerca sui vaccini, hanno firmato una lettera su The Lancet che mette fortemente in guardia contro i richiami dei vaccini.

Un notevole segno che il progetto di contenimento del virus gestito dal governo americano è nelle fasi finali prima di crollare. Interessante quanto ripreso da Jeffrey A. Tucker è fondatore e presidente del Brownstone Institute, che si sintetizza di seguito, perchè, a ben vedere, richiama esattamente quanto sta accadendo nel nostro paese.

I richiami sono già stati promossi dai principali sostenitori del blocco Neil Ferguson dell’Imperial College e Anthony Fauci del NIH, anche di fronte alla crescente incredulità del pubblico verso i loro consigli “esperti”.

Il fatto che questi due funzionari della FDA si esprimano con seri dubbi – e la loro prospettiva è certamente sostenuta dalla non impressionante esperienza dei richiami in Israele – introduce una grande rottura nella narrativa secondo cui gli esperti in carica meritano la nostra fiducia e deferenza.

In realtà, cosa è in gioco? Non solo i richiami.

Si tratta della volontà di togliere il controllo della gestione della salute agli individui e ai professionisti medici e di consegnarlo a funzionari governativi con potere coercitivo.

Leggi tutto “Gli USA mettono in dubbio la campagna dei richiami dei vaccini? Cosa si cela dietro le dimissioni dei funzionari FDA”