Il tentativo dell’abolizione del Religious Freedom Restoration Act (RFRA)

In America un memo trapelato da HHS (Health & Human Services) sta agitando il Congresso: sembrerebbe il tentativo  di “abolire” le protezioni religiose e di coscienza degli americani

Nel 2017 il Johns Hopkins Center for Health Security aveva pubblicato un libricino dal titolo SPARS 2025-2028,  ne abbiamo parlato già in questo articolo  che invito a rileggere.

In sintesi, una simulazione che raccontava una pandemia generata da un coronavirus, combattuta tramite lo studio di un vaccino da una parte, mentre dall’altra i governatori dovevano dovevano affrontare una varietà di dilemmi di comunicazione derivanti da questa situazione.

Tra le azioni di controllo rientravano anche le preoccupazioni etiche e religiose conseguenti all’introduzione del vaccino.

Ritornando al memorandum citato in apertura, si nota una coincidenza con la simulazione del 2017, l’ennesima, se vogliamo dirla tutta.

In questo momento infatti negli Usa i no vax si appellano alla fede per ottenere la possibilità di sottrarsi alla vaccinazione: non solo per la presenza di estratti di gelatina come eccipienti (la gelatina deriva dal maiale, e per la religione islamica il maiale è un animale impuro), ma anche per l’utilizzo di cellule di feti abortiti nello sviluppo e nella produzione dei nuovi vaccini ( tecnica immorale per i cristiani cattolici).

Per costringere ad una vaccinazione di massa ,l’amministrazione sta cercando soluzioni per aggirare questi ostacoli etici e religiosi.

Ebbene, qualche giorno fa era trapelata la notizia dal Dipartimento della salute e dei servizi umani (HHS) che rivelerebbe i piani dell’amministrazione Biden per apportare modifiche ai diritti del Primo Emendamento degli americani e ad altre protezioni della libertà religiosa.

La nota interna descrive i piani per “firmare la delega di autorità sulla legge sul ripristino della libertà religiosa (RFRA) e la clausola sulla religione del primo emendamento” all’Ufficio per i diritti civili (Office for Civil Rights , OCR).

Sul suo sito governativo la settimana scorsa, il senatore repubblicano dell’Oklahoma James Lankford esprimeva le sue più profonde preoccupazioni per questa mossa dell’amministrazione Biden.

Anzi, crede fermamente che tale atto annullerà le protezioni della libertà religiosa e ignorerà il Primo Emendamento.

“Sono uno schietto sostenitore della libertà religiosa e  ho una ‘reazione negativa’ a questa amministrazione che ignora il Primo Emendamento e non riesce a proteggere gli americani di coscienza”, ha detto Lankford.

“Gli americani non supportano l’assoluta illegalità del presidente Biden e della sua squadra quando si tratta di difendere i diritti costituzionali degli americani, incluso il nostro diritto di vivere liberamente la nostra fede.

Il memo dell’HHS trapelato oggi è il secondo documento trapelato da questa amministrazione in una settimana, che contraddice le dichiarazioni pubbliche di ora due segretari di Gabinetto e illustra l’assoluto disprezzo che questa amministrazione ha per il popolo americano. Noi, come americani, non discriminiamo le persone di fede.

Il promemoria, scritto da Lisa J. Pino, direttrice dell’OCR, non nega che ci sarà un respingimento se adottato.

L’azione sarà probabilmente ben accolta tra i difensori dei diritti civili e gli avvocati, così come i gruppi che sostengono la separazione tra chiesa e stato“, si legge nel promemoria.

“I gruppi che condividono l’ampia visione dell’amministrazione precedente sull’applicazione della RFRA o che interpreteranno questa azione come un’indicazione che il Dipartimento sta abdicando alla propria responsabilità per la conformità alla RFRA probabilmente emetteranno forti reazioni negative“, continua.

Ciò include membri del Congresso che sono stati espliciti sulle attività di coscienza e libertà religiosa dell’OCR e che hanno ripetutamente posto domande sui cambiamenti alla struttura organizzativa dell’OCR e alle autorità legali”.

Il memo raccomanda al segretario dell’HHS Xavier Becerra di firmare l’azione il prima possibile.

Becerra ha affermato di sostenere la libertà religiosa (oltre ad essere un attivista abortista)

Durante la sua stretta conferma al Senato, 50-49, ha promesso di sostenere le protezioni religiose.

“…Credo profondamente nella libertà religiosa, e farò in modo che come Segretario di HHS saprai che non solo rispetterò la legge quando si tratta di questi problemi di libertà religiosa, ma li applicherò come Segretario di HHS all’interno del mio dipartimento”, ha detto a febbraio.

Ma Lankford, che non ha sostenuto la conferma di Becerra, ha citato la sua preoccupazione per l’ostilità del segretario verso le protezioni di coscienza e la mancanza di esperienza per guidare l’agenzia.

“Questa azione dell’HHS significa che l’Ufficio per i diritti civili non sosterrà più i diritti civili degli americani religiosi”, ha scritto Lankford. “HHS intende chiaramente tornare ai giorni della luce senza alcuna applicazione della legge che protegge i diritti delle persone di qualsiasi fede”.

Il fondatore e presidente di Liberty Counsel, Mat Staver, ha dichiarato a CBN News che l’RFRA (Religious Freedom Restoration Act) è un importante ostacolo legale che impedirà all’amministrazione Biden di far rispettare il mandato federale COVID-19.

“Certamente il governo federale non può forzarlo.

E inoltre, non stanno nemmeno considerando la libertà religiosa”, ha detto. “Stanno fingendo che il Primo Emendamento e il Federal Religious Freedom Restoration Act semplicemente non esistano”.

Di seguito la traduzione pagina per pagina

pagina 1

SOGGETTO: DECISIONE – Firma la delega di autorità sulla legge per il ripristino della libertà religiosa e la clausola religiosa del primo emendamento alla costituzione degli Stati Uniti

AZIONE RICHIESTA

L’Ufficio per i diritti civili (OCR), in consultazione con l’Ufficio del Consiglio generale (OGC) e consigliere del Segretario, richiede la firma del Segretario per rescindere la Delegazione dell’Autorità per la legge sulla restaurazione della libertà religiosa (42 USC 2000bb e seguenti.) concesso all’OCR il 7 dicembre 2017 e la clausola religiosa del primo emendamento alla Costituzione degli Stati Uniti concessa all’OCR il 15 gennaio 2021.

RACCOMANDAZIONE

L’OCR raccomanda al Segretario di firmare l’allegato Federal Register Notice che revoca una precedente delega all’OCR ai sensi della precedente Administration for the Religious Freedom Restoration Act (RFRA) e del Primo Emendamento alla Costituzione degli Stati Uniti.

SINTESI

Il 7 dicembre 2017, l’allora segretario ad interim del Dipartimento della salute e dei servizi umani (HHS) Eric Hargan ha concesso all’OCR l’autorità per far rispettare una serie di statuti sulla coscienza e sulla libertà religiosa, inclusa la RFRA. In particolare, la delega attribuisce al Direttore dell’OCR l’autorità di:

• Accettare e indagare sui reclami presentati da individui o entità che lamentano il mancato rispetto da parte di qualsiasi componente del dipartimento di rispettare la RFRA;

• condurre revisioni di conformità RFRA di programmi o attività dipartimentali;

• fornire assistenza tecnica alle componenti dipartimentali in merito alla compliance RFRA;

• valutare l’efficacia del trattamento dei reclami RFRA da parte dell’OCR e fornire rapporti alle organizzazioni di supervisione appropriate; e

• avviare tutte le altre azioni che potrebbero essere necessarie per facilitare e garantire il rispetto del RFRA.

pagina 2

Il 15 gennaio 2021, l’allora segretario Alex Azar ha firmato una delegazione che ha concesso ulteriori autorità all’OCR, inclusa la clausola religiosa del primo emendamento.

Data la tempistica di questa delega, nessuna azione è stata intrapresa sotto questa autorità.

Con la delega del 2017, la precedente Amministrazione ha adottato un’interpretazione espansiva della RFRA e un meccanismo per far rispettare la RFRA all’interno del Dipartimento che aveva implicazioni politiche e legali significative.

La visione politica della precedente Amministrazione di RFRA era che, anche in assenza di un reclamo chiarito al Dipartimento o di un’azione legale in un tribunale federale, RFRA autorizzava il Dipartimento in modo proattivo a richiedere alle sue agenzie di intraprendere determinate azioni laddove tali azioni avrebbero, nella sua vista, violare RFRA – anche in assenza di qualsiasi entità che rivendichi i diritti di RFRA e la necessità di una sistemazione basata su un onere sostanziale per il suo credo o esercizio religioso.

Agendo ai sensi di questa delega, il direttore dell’OCR ha ordinato ad altre agenzie dell’HHS di intraprendere varie azioni che il direttore dell’OCR ha stabilito avrebbero altrimenti violato la RFRA.

Sebbene una parte della giurisprudenza possa supportare il punto di vista dell’amministrazione precedente su RFRA, l’OGC consiglia che la migliore interpretazione di RFRA è che fornisca a terzi la possibilità di presentare un reclamo, o presentare una difesa, in risposta a un’azione del governo.

Sebbene nulla in RFRA limiti legalmente un’agenzia a lavorare in modo proattivo per soddisfare i bisogni o i diritti religiosi di un denunciante (o “sarebbe” un denunciante), c’è una seria preoccupazione che un tale approccio ampli l’effetto di RFRA in un modo che potrebbe non essere legalmente richiesto e causando nel contempo un danno significativo ai diritti civili e alla tutela della salute pubblica.

A nessuna agenzia all’interno del Dipartimento era stata delegata l’autorità su RFRA prima della delega del 2017 e l’OCR ritiene che questa delega sia gestita al meglio da ciascun componente di finanziamento HHS.

La RFRA per i suoi stessi termini non crea il diritto a reclami amministrativi né autorizza alcuna agenzia federale ad avere un’autorità esecutiva affermativa.

Il ritorno del Dipartimento al suo stato precedente per quanto riguarda l’elaborazione delle obiezioni o dei reclami RFRA si allinea meglio con l’interpretazione di questa Amministrazione dell’applicazione della RFRA e il suo impegno per la protezione e il progresso della salute pubblica e dei diritti civili.

Invece che l’OCR gestisca tutte le questioni RFRA per il Dipartimento, raccomandiamo che questa sia una responsabilità condivisa tra tutte le divisioni, lavorando in consultazione con l’OGC.

Ciascuna divisione sarà responsabile dell’affrontare le questioni RFRA attraverso il proprio lavoro programmatico o politico, consultandosi con l’OGC su quali eventuali azioni dovrebbero o devono essere intraprese per risolvere la questione.

Al fine di attuare questa nuova politica, si consiglia di revocare l’attuale delega di RFRA e il Primo Emendamento all’OCR, in modo che tutte le divisioni condividano la responsabilità di affrontare queste questioni, lavorando in stretta consultazione con l’OGC.

Fattori di temporizzazione notevoli:

L’agenzia raccomanda al Segretario di firmare quanto prima tale atto.

pagina 3

Elementi degni di nota sull’equità:

Come notato, la precedente amministrazione ha adottato una visione espansiva dell’uso di RFRA che ha comportato impatti negativi per le comunità svantaggiate.

Ad esempio, la decisione della precedente amministrazione di utilizzare la RFRA per concedere ampie esenzioni dai requisiti di non discriminazione alle agenzie di assistenza all’infanzia mette in discussione la capacità dei bambini e dei giovani di ottenere famiglie affidatarie e adottive sicure e amorevoli.

Ha anche inviato chiaramente il segnale alle comunità LGBTQ+ che il Dipartimento non ha riconosciuto i loro diritti civili, incluso il diritto al matrimonio.

Sebbene il Dipartimento dovrà continuare a conformarsi alla RFRA, la rimozione di questa delega dimostra la nostra convinzione che la RFRA sia intesa come uno scudo per proteggere la libertà di religione, non una spada per imporre credenze religiose ad altri senza riguardo per i danni di terzi, inclusi diritti civili.

DISCUSSIONE

Proposta: Firmare l’avviso del registro federale che revoca le deleghe di autorità concesse all’OCR per elaborare le richieste ai sensi della RFRA e del primo emendamento.

Discussione: Prima della delega nel 2017, nessuna divisione era singolarmente responsabile della conformità del Dipartimento alla RFRA o al Primo Emendamento.

Quel modello riconosceva che tutti i componenti di HHS avevano la responsabilità della conformità e che l’OGC era un partner centrale nel fornire consulenza legale chiave su RFRA e difendere il Dipartimento quando venivano sollevate richieste di RFRA.

L’annullamento della delega all’OCR non riduce l’impegno del Dipartimento per la conformità, ma garantisce che non venga utilizzato in modo improprio da nessuna agenzia per mettere in atto un’agenda ampia e proattiva.

Vantaggi principali:

• Ristabilisce che la RFRA non è uno strumento di applicazione della legge affermativo, ma è invece un’importante legge federale a cui tutte le agenzie del governo federale devono conformarsi.

• Ridistribuisce la compliance del Dipartimento con RFRA a ciascuna divisione, che è nella posizione migliore per prendere decisioni politiche e programmatiche in conformità con il test di bilanciamento stabilito in RFRA; tutte le divisioni HHS lavoreranno a stretto contatto con l’OGC per quanto riguarda le determinazioni RFRA. Contro chiave:

• Verrà criticato come indicazione che il Dipartimento non prende sul serio la sua conformità alla RFRA o al Primo Emendamento.

• Aumenterà la pressione da parte delle parti interessate per articolare il processo attraverso il quale il Dipartimento gestirà le richieste di esenzioni o altre contestazioni alle azioni dipartimentali promosse nell’ambito della RFRA.

REAZIONE ANTICIPATA

La delega di autorità è un potere riservato al Segretario e quindi non prevediamo alcuna contestazione legale di successo a questa azione.

L’azione sarà probabilmente ben accolta tra i difensori dei diritti civili e gli avvocati, così come i gruppi che sostengono la separazione tra chiesa e stato.

pagina 4

 

I gruppi che condividono l’ampia visione dell’amministrazione precedente sull’applicazione della RFRA o che interpreteranno questa azione come un’indicazione che il Dipartimento sta abdicando alla propria responsabilità per la conformità alla RFRA probabilmente emetteranno forti reazioni negative.

Ciò include membri del Congresso che sono stati espliciti sulle attività di coscienza e libertà religiosa dell’OCR e che hanno ripetutamente posto domande sui cambiamenti alla struttura organizzativa e alle autorità legali dell’OCR.

ROLLOUT

La revoca della delega sarà pubblicata nel Registro federale.

Non è prevista alcuna implementazione formale per questa azione, ma dovremo fornire avvisi riservati alla Casa Bianca e ad alcuni membri del Congresso che lavorano sui diritti civili e sulle questioni correlate.

/S/ Lisa J. Pino 

Please follow and like us:
Pin Share

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.