Scoperti nuovi esperimenti di Fauci sugli animali

Risale a fine ottobre lo scandalo che ha travolto Anthony Fauci, accusato di aver condotto tramite il National Institutes of Health da lui diretto esperimenti terribili su cuccioli di beagle, appoggiandosi ad un laboratorio in Tunisia.

La vicenda ha generato una serie di ripercussioni negli Stati Uniti, poichè è stato certificato che, nononstante non ancora chiarita la posizione del Dr. Anthony Fauci, il  National Institute of Allergy and Infectious Diseases (NIAID) ha effettivamente finanziato  con una spesa di quasi mezzo milione di dollari dei contribuenti gli esperimenti sui Beagles, e soprattutto è stato confermato il trattamento disumano degli animali esposto a parassiti, praticamente mangiati vivi, senza possibilità di farsi sentire perchè erano state tolte le corde vocali.

In attesa di chiarire definitivamente il coinvolgimento di Fauci, ed è difficile pensare il contrario vista la sua posizione al NIAID, mentre forze bipartisan si sono immediatamente mosse negli Stati Uniti per metterlo di fronte alle sue responsabilità, guidate dal Senatore Paul, emerge in queste ore un altro caso di esperimenti disumani sugli animali, sempre patrocinati dall’Istituto guidato da Fauci.

Il dottor Anthony Fauci e il National Institutes of Health stanno usando un’isola al largo della costa della Carolina del Sud per allevare scimmie da utilizzare in orribili esperimenti di “massimo dolore” sugli animali.

Nuove fotografie e dettagli ottenuti da White Coat Waste Project e forniti esclusivamente a Timcast rivelano l’entità della crudeltà finanziata dai contribuenti e la mancanza di riguardo per il benessere di questi animali altamente intelligenti.

“La nostra nuova indagine ha scoperto che il disgustoso record di Fauci sui test sugli animali finanziati dai contribuenti è persino più grande di #Beaglegate. Sta anche sprecando milioni di dollari delle tasse per sovvenzionare un’isola segreta dove vengono allevati primati per i suoi laboratori che infliggono un dolore punitivo alle scimmie e trattengono macabramente il sollievo dal dolore”,

ha detto a Timcast Devin Murphy, Public Policy and Communications Manager presso White Coat Waste Project.

“Fauci è dipendente dalla spesa e i contribuenti non vogliono pagare il conto per la sua attività di scimmia del governo”.

Circa 600 scimmie vengono prelevate da Morgan Island all’anno e spedite ad alcuni dei laboratori più dolorosi e crudeli del governo federale per la ricerca sugli animali.

Al 30 giugno 2019, c’erano 3.044 primati che vivevano sull’isola Morgan, con il 77% della popolazione femminile, secondo i documenti ottenuti dal White Coat Waste Project attraverso una richiesta del Freedom of Information Act.

Si stima che ogni anno sull’isola nascano circa 750 scimmie appena nate in attesa del loro potenziale utilizzo per la vivisezione.

L’isola è gestita per l’Istituto nazionale di allergie e malattie infettive da Charles River Laboratories, uno dei maggiori fornitori di animali da laboratorio al mondo, dal 2007.

Secondo i database di spesa federale , un totale di $ 13,5 milioni di un potenziale $ 27,5 milioni

Il contratto è stato dato a Charles River Laboratories per mantenere la colonia dell’isola delle scimmie dal marzo 2018.

Una parte considerevole di quei fondi, $ 8,9 milioni, è stata pagata dalla divisione del Dr. Fauci (NIAID) del NIH.

Anche le scimmie stesse sono di proprietà di NIAID.

Secondo i documenti ottenuti dalla WCW, Charles River ha il compito di

“mantenere per tutto l’anno una colonia riproduttiva di primati non umani (NHP). […] Si prevede che il numero di animali forniti dal governo dovrebbe produrre un minimo di 500 animali all’anno per l’uso del governo”.

Un documento NIAID del 2018 descrive lo sviluppo della micidiale febbre emorragica di Crimea-Congo (CCHFV) nelle scimmie in modo molto dettagliato.

White Coat Waste ha anche fornito a Timcast le foto di una delle scimmie infettate dal virus.

Le orribili foto sono state originariamente pubblicate come supplemento al giornale.

L’agenzia ha utilizzato quindici rhesus e scimmie verdi africane per lo studio pilota.

Hanno usato una dozzina di macachi nello studio principale, dove sono stati iniettati con il virus doloroso.

Furono uccisi il settimo giorno della prova.

Sebbene il NIAID abbia recentemente tentato di prendere pubblicamente le distanze dai crudeli test sugli animali modificando di nascosto i propri sforzi di finanziamento dai documenti di ricerca, il documento afferma chiaramente (al 16 novembre 2021):

“Ringraziamo lo staff del Rocky Mountain Veterinary Branch, Division of Intramural Research (DIR), National Institute of Allergy and Infectious Diseases (NIAID), National Institutes of Health (NIH) per l’assistenza con la cura degli animali e i servizi veterinari clinici e patologici e Atsushi Okumura per le competenze veterinarie durante lo studio.

Vorremmo anche ringraziare i membri delle Arti Visive e Mediche (DIR, NIAID, NIH) per l’aiuto nello sviluppo della figura.

Questo lavoro è stato finanziato dal programma di ricerca intramurale del NIAID, NIH. ” (Enfasi aggiunta).

Un’analisi condotta dal White Coat Waste Project ha rilevato che il NIAID di Fauci ha finanziato diversi altri estesi esperimenti sul dolore massimo (USDA Pain Column E) sui primati nell’anno fiscale 2013-2020.

Questi esperimenti includono l’infezione di primati con l‘Ebola e altri virus emorragici, la tubercolosi o l’induzione della sepsi; e più recentemente, modellando SARS-Co-2 su diverse specie di primati.

Estratti dai documenti NIH descrivono in dettaglio alcuni degli orrori che questi primati hanno sopportato prima della loro morte.

“L’infezione da virus Ebola può portare a una mortalità uniforme.

I filovirus causano una malattia emorragica virale che progredisce rapidamente dall’inizio e comprende febbre alta, anoressia e decubito, sviluppo di esantema petecchiale e/o maculare, coagulopatia e insufficienza multiorgano.

È probabile che gli animali sperimentino qualche disagio a causa del virus, ulteriore disagio può derivare dalla risposta immunitaria degli animali all’infezione”,

è stato spiegato in un documento .

Un altro ha osservato che

“gli animali infetti dal virus Ebola sperimenteranno dolore e angoscia e si prevede che l’infezione sarà letale negli animali non protetti”.

“L’infezione con il virus Lassa (Josiah) è letale al 100% nei macachi Cynomolgus entro circa 14 giorni dopo la sfida.

I segni della malattia possono includere febbre, eruzioni cutanee, diarrea, sanguinamento e malessere prima dell’emorragia interna e dell’insufficienza multiorgano che porta alla morte.

Gli animali in alcuni dei gruppi vaccinati possono, e gli animali di controllo, sperimentare sintomi di infezione da virus Lassa”,

hanno riferito i ricercatori in un altro documento che descrive in dettaglio il loro lavoro.

Uno studio condotto sul virus Nipah ha affermato che gli animali erano in così cattive condizioni tra il sesto e il nono giorno dopo l’infezione che dovevano essere uccisi a quel punto per evitare di essere disumani.

“Dopo l’inoculazione con il virus Nipah, gli animali sviluppano segni clinici di malattia. Questi segni possono includere perdita di peso, disturbi respiratori e neurologici. […]

Gli animali di controllo inoculati con il virus Nipah-Bangladesh normalmente soddisfano i criteri dell’endpoint umano tra la sera di 6 dpi e la mattina di 9 dpi”, ha riportato lo studio.

Durante lo studio del virus Lassa, hanno permesso ai macachi di soffrire fino alla morte per infezione.

Hanno scritto che

“l’infezione dei macachi cynomolgus con il virus Lassa causerà malattie cliniche e gli animali non protetti alla fine soccomberanno intorno al giorno 8-17″.

I primati di Morgan Island sono stati utilizzati anche per test relativi all’AIDS, alla poliomielite e persino al bioterrorismo.

Solo ricercatori e funzionari sono ammessi sull’isola segreta, che si trova a 32,4774º N e 80,5195ºW.

Al pubblico è vietato entrare.

Michael Robison

Commentando i test crudeli, il fondatore di Small Primate Animal Rescue TN , Michael Robison, ha detto a Timcast che

“ancora una volta, i poteri forti stanno sfruttando questi animali per il proprio guadagno.

Alla fine, questi test sono inefficaci.

Non stanno curando o alleviando alcuna malattia.

Stanno solo raccogliendo dati e i punti dati equivalgono a dollari”.

Timcast ha contattato NIAID con domande sull’isola e su questi test specifici. Non abbiamo ricevuto risposta al momento della pubblicazione, ma aggiorneremo questo articolo se verrà fornita una risposta.

La sperimentazione sulle scimmie è nota al pubblico americano perché già trattato in altri articoli, ma non c’era mai una conferma ufficiale: cosa che invece si è ottenuta adesso grazie alle richieste FOIA.

Già nell’ottobre 2019 la deputata per lo stato della California alla Camera dei Rappresentanti Lucille Roybal-Allard aveva inviato una lettera formale al dr. Francis Collins , direttore del NIH, ma non ne era seguita una risposta soddisfacente.

 

*******

Fonte: Articolo di Cassandra Faibanks pubblicato il 17 novembre 2021 su Timcast.com

EXCLUSIVE: Fauci’s NIAID Funding Island of Monkeys in South Carolina Used for Horrific ‘Maximum Pain’ Experiments

Traduzione a cura di Giovanna G

Analisi delle fonti citate e loro implementazione a cura di Giovanna G

Please follow and like us:
Pin Share

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.