Escobar: lo “spirito di Samarcanda” sarà guidato dalle “potenze responsabili” Russia e Cina

Si è appena concluso il vertice dell’Organizzazione per la Cooperazione di Shanghai (SCO) tenutosi nell’antica città uzbeka di Samarcanda, grandi protagonisti il presidente cinese Xi Jinping, il presidente russo Vladimir Putin e il primo ministro indiano Narendra Modi, i cui tre Paesi formano la struttura Russia-India-Cina (RIC), considerata una piattaforma multipolare complementare all’interno dell’ordine mondiale emergente.

Il seguente articolo di Pepe Escobar analizza con grande maestria come e perchè Russia e Cina si propongano insieme per tutelare l’emergente multipolarismo che sta cambiando significativamente gli equilibri mondiali, ed a che punto è il loro progetto.

*****

Il vertice SCO delle potenze asiatiche ha delineato una road map per rafforzare il mondo multipolare…

(Articolo di Pepe Escobar per ZeroHedge)

In mezzo a gravi scossoni nel mondo della geopolitica, è davvero appropriato che il vertice dei capi di Stato dell’Organizzazione per la Cooperazione di Shanghai (SCO) di quest’anno si sia svolto a Samarcanda, il crocevia per eccellenza della Via della Seta da 2.500 anni.

Leggi tutto “Escobar: lo “spirito di Samarcanda” sarà guidato dalle “potenze responsabili” Russia e Cina”

Please follow and like us:
Pin Share

Francia, Yemen e la guerra economica con la Russia

Tesa dalle conseguenze del conflitto in corso tra la NATO e la Russia per l’Ucraina, la Francia potrebbe distruggere ogni prospettiva di pace nello Yemen, nel tentativo di assicurarsi risorse energetiche dagli Emirati Arabi Uniti.

Cosa significa questo per la nazione che ha subito la “peggiore crisi umanitaria” della storia moderna, secondo le Nazioni Unite?

La Francia sta progettando di distruggere ulteriormente lo Yemen per alimentare la guerra economica contro la Russia?

Considerato il luogo della peggiore crisi umanitaria della storia moderna, secondo le Nazioni Unite, all’inizio di quest’anno la sua popolazione ha visto barlumi di speranza verso la fine di una guerra che dura da sette anni. Una tregua per il cessate il fuoco, che dura in gran parte da aprile, è stata considerata come il primo passo verso il raggiungimento di una soluzione di pace mediata dalle Nazioni Unite tra il governo di Ansarallah a Sanaa e le forze della coalizione a guida saudita che sostengono di rappresentare il governo yemenita in esilio sostenuto a livello internazionale.

Leggi tutto “Francia, Yemen e la guerra economica con la Russia”

Please follow and like us:
Pin Share